Apr 22 2009

TOUR MUSIC FEST

Classified in: musicaadmin at 11:05 am

clip_image002

Viaggio al Centro della musica emergente

TOUR MUSIC FEST

azithromycin 500 mg

Con MOGOL e il nuovo premio discografia

…il VIAGGIO continua…

Non c’è due senza tre…e così anche per la terza edizione il Tour Music Fest – Festival Nazionale della Musica emergente – riapre i battenti più in forma che mai, con nuovi progetti, nuove formule e tante tante novità.

Il successo riscosso nelle edizioni precedenti ha reso il primo festival italiano itinerante dedicato alla musica emergente un momento di incontro per appassionati, cantanti, musicisti, band, giornalisti, addetti ai lavori e soprattutto, discografici.

Così, dopo i tanti risultati delle edizioni precedenti e l’enorme risposta mediatica e di pubblico avuta dai vincitori 2007 e 2008, per il 2009 il Tour Music Fest torna con una novità che lo pone su un piano ancora più d’eccezione: il premio discografia.

In collaborazione con la Rusty Records, dopo i videoclip, i live accanto ai big, le borse di studio con i maestri Mogol e Luca Pitteri, non poteva infatti mancare tra i premi Tour Music Fest -aperto a tutti i generi musicali, a cantautori, interpreti orginal e cover band- la produzione e distribuzione su scala nazionale dell’album di uno dei vincitori 2009, selezionato direttamente dall’etichetta e il Tour Internazionale che toccherà Italia, Francia, Spagna e Inghilterra.

Il Tour Music Fest lascia il segno e rilancia così la sfida a tutti coloro che non vogliono smettere di sognare.

Iniziare un viaggio musicale nella sala prove sotto casa e arrivare al Piper Club di Roma, davanti ai massimi esponenti della discografia e della musica italiana, mettersi alla prova e ritrovarsi a “giocare” il grande gioco zithromax overnight shipping della Musica con i più interessanti addetti ai lavori come docenti, partire dal locale dell’amico e arrivare a cantare e suonare su palchi importanti davanti a un pubblico pronto ad applaudire ma anche a giudicare…questo e altro ancora è il Tour Music Fest.

E con una finale nello storico Piper Club di Roma , una giuria presieduta da Mogol –con Luca Pitteri, Franco Fasano, Robert Steiner, Giampaolo Rosselli (SONY BMG), Massimo Bonelli (CNI MUSIC), Sandro Comini-, stage formativi gratuiti con docenti di rilievo, 24 città di selezione e tanta tanta musica live…il gioco continua…

Per partecipare al Tour Music Fest 2009, consultare il sito: www.tourmusicfest.it

INFOMAIL: info@tourmusicfest.it INFOLINE: 06.45442016

Ufficio Stampa: Marta Volterra, ufficiostampa@tourmusicfest.it, +39.340.96.900.12

Tags:

Apr 22 2009

Otranto, sulla costa adriatica salentina

Classified in: Viaggiadmin at 9:46 am

Otranto è una ridente cittadina della costa adriatica salentina anticamente nota con nomi diffrenti: Hidrus, Hidrentum, Hidrontus come emerge dalle varie fonti ebraiche, siriane, greche e latine. I dati relativi alla sua nascita sono pressocchè incerti, ma i primi insediamenti umani si riferiscono alle popolazioni messapiche dell’anno mille.
La città, la cui storia è scandita da secoli di varia dominazione tra cui Bizantini, Normanni, Angioini e Aragonesi, si compone attualmente di due parti ben distinte: la città buy kamagra soft usa nuova, posta al di fuori delle mura fortificate e il borgo antico, racchiuso all’interno delle mura. Purtroppo poco o nulla rimane delle restanti fortificazioni che hanno preceduto le ricostruzioni degli aragonesi. Il tracciato delle mura consta di 4 lati sui quali sono disposte delle porte, tra cui la porta Alfonsina sul lato principale e un’alta cortina detta cortina dei Pelasgi.
Fiore all’occhiello della città di Otranto è la Cattedrale, ampio edificio a tre navate, con due file di colonne dai capitelli quasi tutti coevi alla Chiesa. La volta è coperta da un bellissimo cassettonato in legno dorato del 1963. Il mosaico pavimentale, i cui lavori richiesero anni di realizzazione, è ciò che maggiormente risalta all’interno della cattedrale. Usciti dalla Chiesa, percorrendo la stretta via Castello, arriviamo al castello aragonese: il portone è inserito in una cortina lunga 20 metri, sui cui estremi stanno due torri, contraddistinte da una parte inferiore conica e una parte superiore cilindrica.

 gineric levitra

Tags:

Apr 11 2009

Contributo per i terremotati in Abruzzo dall’Umbria

Classified in: Abruzzoadmin at 2:59 pm

L’Associazione di Promozione Sociale
Società del Teatro della Concordia

devolverà a sostegno dei fondi di solidarietà per il terremoto in Abruzzo
tutto il contributo

diflucan otc

ricevuto nei giorni

12 e 13 Aprile 2009

Quale erogazione liberale

dai visitatori

del Teatro della Concordia

clip_image001 clip_image003 clip_image004

www.teatropiccolo.it

Tags:

Apr 09 2009

"Trasfigurazioni" di Stefano Solimani

Classified in: Emilia RomagnaFerrara Pro Art at 5:32 pm

Volevo segnalarvi la mostra dedicata a Stefano Solimani “Trasfigurazioni”,  che si terrà a Ferrara, presso la Galleria dell’Uva (via Dei Romei n°38) , sede dell”Associazione Ferrara Pro Art.

Mercoledì 22 Aprile, alle ore 18.00, sarà inaugurata la mostra personale dell’artista Stefano Solimani. La mostra ha l’affascinante titolo “Trasfigurazioni” ed è presentata e curata da Francesca Mariotti. Una ventina di tele, realizzate con olio e acrilico. saranno esposte per la delizia dei visitatori, opere in cui la Figura Femminile è indubbia protagonista e affascinante espressione di una ricerca tecnica e tematica verso un Sublime dell’arte di questo colto artista. Lo stesso Vittorio Sgarbi le ha definite «costruzioni volumetriche dense di emblematicità e di domande sulla nostra vita interiore». Per un percorso più completo e approfondito sulla tecnica e le modalità con cui nasce e si forma una sua opera l’artista metterà in esposizione, nella seconda saletta della Galleria, un percorso esplicativo-didattico sulla creazione di un’opera nelle sue fasi creative fino al completamento. Doppiamente interessante quindi per appassionati e studenti la visita ed il percorso creativo in esposizione.

Il Periodo di esposizione è 22 Aprile – 15 Maggio 2009; L’ Orario: 16 – 19.30.

Per ulteriori info 0532 242875 galleriadelluva@paolors.191.it www.ferraraproart.com

which is better viagra cialis


Apr 09 2009

Surfare sulle onde con Melaspasso

Classified in: Sportadmin at 5:30 pm

Il caldo incomincia a farsi sentire e allora quale migliore occasione che divertirsi in compagnia con alcuni emozionanti sport a contatto con l’acqua.
Con Melaspasso www.melaspasso.it si può provare il wakeboard in Italia, in pratica una evoluzione dello sci nautico, trainati da un motoscafo su una tavola per fare viagra online 50 mgs acrobazie sull’acqua.
Oppure si può provare l’hydrospeed, lo sport nato in Francia, che vi permette di seguire la corrente dei fiumi grazie all’ausilio di un galleggiante, sempre in totale sicurezza.

Queste e tante altre esperienze potrai vivere, utili anche come idee regalo, grazie a Melaspasso.
Per maggiori informazioni scrivi a: info@melaspasso.it o chiama: 899.032.083.furosemide drug


Apr 06 2009

INAUGURATA OGGI A ROMA LA MOSTRA ICONOGRAFICA SULLA VALNERINA, A CINECITTÀ FINO AL 5 APRILE

Classified in: Umbriaadmin at 10:11 am

L’iniziativa promossa e organizzata dall’Associazione dei Comuni della Valnerina

IL PAESAGGIO DELLA VALNERINA PROTAGONISTA NELLA CAPITALE

clomid mexico

L’esposizione rimarrà in mostra fino a domenica 5 aprile al centro commerciale Cinecittà

Roma, 27 mar (Avi News) – “Valnerina quota 800. 100 immagini raccontano la Valnerina”. È questo il titolo della mostra iconografica che è stata inaugurata nel Centro Commerciale Cinecittà 2 di Roma, venerdì injectable steroids 27 marzo. Un’iniziativa promozionale rivolta al grande pubblico e promossa dall’Associazione dei Comuni della Valnerina, nell’ambito del progetto integrato territoriale “Valnerina”, del bando Turismo ambiente cultura C4 emanato dalla Regione Umbria, in collaborazione con la Comunità Montana Valnerina e il Servizio Turistico Locale “Valli e Monti dell’Umbria Antica”, che resterà aperta fino a domenica 5 aprile.

All’inaugurazione hanno partecipato Angelo Aramini, responsabile Servizio turistico associato della Valnerina, Agnese Benedetti, presidente della Comunità montana della Valnerina, Gino Emili, sindaco di Cascia e Angelo Gentili, presidente associazione Comuni della Valnerina. Una mostra sul paesaggio della Valnerina che vuole significare gli ottocento metri di altitudine e che rappresenta la linea ‘ideale’ intorno alla quale si è sviluppata ed è stata costruita nei secoli, in Valnerina come sull’appennino umbro, il rapporto fra la natura e la cultura, e fra la natura e l’uomo. In questa mostra iconografica il paesaggio del territorio è inteso come una trama intessuta su un filo continuo che accoglie i depositi della storia e degli avvenimenti, che le diverse epoche, succedutesi nel tempo, hanno stratificato sul territorio.

“Perché il paesaggio possa raccontare è necessario adottare lo sguardo ‘semiotico’ – ha spiegato Angelo Gentili -, uno sguardo che sia in grado di cogliere messaggi nei segni che una civiltà, una cultura, un sistema di valori hanno depositato sul territorio nel corso del tempo. Il territorio diventa in questo modo un libro aperto che può essere compreso solo conoscendo la lingua e l’alfabeto nel quale è scritto”. “L’obiettivo comune di questa mostra, di quelle precedenti e delle altre che verranno realizzate – ha aggiunto -, è soprattutto quello di rappresentare la fatica, il lavoro e l’ingegno profuso dagli uomini di questo territorio che nelle diverse epoche hanno edificato la Valnerina”.

La mostra rappresenta i paesaggi esemplari della Valnerina ed avrà una sezione specifica dedicata al paesaggio agrario degli altopiani di Castelluccio di Norcia, della piana di Santa Scolastica di Norcia, i quali, insieme all’altopiano di Chiavano e di Avendita nel territorio di Cascia, che rappresentano per la Valnerina l’eredità più importante e tangibile della civiltà romana, che pure contraddistingue molti altri luoghi della Valnerina. La mostra, inoltre, si avvale anche di circa 100 immagini di grande formato che rappresentano e ‘raccontano’ alcuni luoghi della Valnerina, scelti a titolo esemplificativo nell’arco delle quattro stagioni dell’anno con l’obiettivo di esaltare la varietà, la diversità, il cromatismo, la geometria, ma soprattutto il disegno architettonico e la vitalità che caratterizzano ancora oggi gran parte dei paesaggi della Valnerina. Durante tutta la durata dell’evento è previsto per i visitatori anche un servizio d’accompagnamento che sarà effettuato dal personale del Servizio Turistico della Valnerina.

L’iniziativa promozionale è stata anche il trampolino di lancio per il nuovo prodotto realizzato dall’Associazione dei Comuni della Valnerina, in collaborazione con la Comunità Montana Valnerina, le “Passeggiate in Valnerina” prodotto agile e snello nato dallo studio delle esigenze della domanda turistica del territorio, manifestate agli operatori della ricettività così come al personale della rete informativa territoriale. Le “Passeggiate in Valnerina” sono delle mappe che propongono escursioni di breve percorrenza, intorno ai 7 chilometri, individuate e ricalcanti le numerose strade della viabilità secondaria del territorio della Valnerina ancora presenti e funzionali. “Questi documenti – ha spiegato Agnese Benedetti – sono stati concepiti e realizzati tenendo in considerazione anche la domanda turistica della Valnerina, composta prevalentemente da famiglie e singoli spesso di età media, che ricercano nelle passeggiate una piacevole distrazione e un momento di relax senza dover affrontare sentieri impegnativi e che richiedono una specifica preparazione fisica”. “Un’iniziativa, dunque, – ha concluso – che tiene conto degli amanti del trekking, proponendo e segnalando escursioni più impegnative. Carte che si compongono, inoltre, di ben 45 percorsi/escursioni, raggruppati in tre macro ambiti: il casciano, il nursino, la bassa Valnerina, secondo una suddivisione territoriale descritta per la prima volta dal professor Bruno Toscano, e riportate in tre cartine specifiche”. La carta del “casciano”, infatti, riporta i percorsi individuati nei Comuni di Cascia, Monteleone di Spoleto, Poggiodomo; quella del “Nursino” dei Comuni di Norcia e Preci; la terza della “bassa Valnerina”, quelli presenti nei Comuni di Cerreto di Spoleto, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano e Vallo di Nera. Per le caratteristiche che compongono le cartine, dunque, i percorsi individuati saranno lo strumento principale per l’orientamento e la fruibilità sul territorio della Valnerina.

Rosaria Parrilla

Tags: