Apr 12 2013

Meeting Aziendali : Hotel a Padova

Classified in: Venetoisidoro81 at 9:23 am

Blue Dream Hotel, Hotel Meeting Aziendali Abano Terme .

Il Blue Dream Hotel di Monselice è un accogliente albergo che si trova a pochi istanti da molte delle città più suggestive del veneto.

L’hotel si presenta senza dubbio come il ambiente ottimale in cui preparare incontri cialis discount di lavoro, grazie alle 4 sale meeting di cui è dotato.

L’hotel Blue Dream di Monselice è estremamente cordiale ed offre l’occasione di programmare meeting aziendali senza alcun tipo di problema, avendo la possibilità di contare su un personale professionale e su spazi creati appositamente per meeting e incontri di lavoro.

Il Blue Dream Villaggio Turistico si trova a Monselice, deliziosa località a breve distanza dalle principali città venete, Padova, Venezia e Abano Terme.

Venezia è una delle cittadina più sorprendenti della terra veneta, fra i maggiori edifici da scorgere : Chiesa di Santa Maria della Salute e Palazzo Ducale .

Padova è una città dotata di incanto e meraviglia, tra i suoi più importanti costruzioni : Chiesa di San Pietro e Palazzo del Capitano .

Abano Terme è una località nota per le sue acque solfuree ma anche per i suoi bellissimi costruzioni : Piazza del Sole e Piazza della Pace .

Monselice dal canto suo è una reale e propria meraviglia, piena di storia e monumenti : Chiesa del Carmine e Chiesa di San Giacomo.buy cialis


Apr 11 2013

Nozze : Monselice

Classified in: Venetoisidoro81 at 10:28 am

Decidere di celebrare le proprie cerimonie hotel Venezia sarà certamente una scelta migliore per rendere indimenticabile il proprio giorno meraviglioso .

Il giorno del rito nuziale è senza alcun dubbio il più bello nella vita di una coppia di innamorati.

Per questo scegliere una location romantica è l’ideale per trascorrere un giorno che sia indubbiamente unico.

Scegliere di allestire il giorno delle proprie nozze presso l’Hotel Blue Dream di Monselice potrà rappresentare indubbiamente la scelta migliore per un riti nuziali da sogno.

L’hotel

Blue Dream di Monselice saprà proporsi come il spazio ideale in cui coordinare eventi, per la professionalità dello staff, l’elevato livello della enogastronomia e la bellezza del giardino e della piscina, che si mostreranno come lo sfondo migliore.

Il Blue Dream Hotel di Monselice si trova a pochi minuti dalle maggiori meraviglie della regione Veneto, meravigliose città ricche di tradizione :

Abano Terme, con viagra fedex overnight shipping i suoi eccezionali costruzioni storici : Antica Pieve di Santa Giustina e Villa Contarini .

Padova è una splendida cittadina antica, passeggiando tra le vie del centro storico si incontreranno numerosi edifici : Basilica di Sant’Antonio da Padova e Palazzo del Municipio .

Venezia è una delle città più romantiche al mondo, tra le sue meraviglie più soprendenti : Campanile di San Marco e Palazzo Ducale .

Il Blue Dream Albergo si trova a Monselice, deliziosa mete piena di arte e costruzioni.

L’hotel potrà certamente essere il spazio migliore in cui avere la possibilità di vivere il giorno del proprio matrimoni, in un ambiente romantico.cialis online


Apr 03 2013

Ristorante Padova

Classified in: Venetoisidoro81 at 5:49 pm

Hotel Venezia, organizza il tuo matrimonio in un ristorante di classe .

Apprezzare la enogastronomia tradizionale della regione Veneto degustando eccezionali piatti caratteristici presso il ristorante Blue Dream Hotel, a Monselice, a pochi minuti dalla cittadina di Padova.

Il ristorante dell’Hotel Blue Dream propone ottimi piatti cucinati con grande riguardo, per proporre sempre elevati standard qualitativi.

Il ristorante saprà inoltre proporsi come il ambiente ottimale in cui festeggiare un evento, per pranzi di lavoro oppure durante una vacanza all’insegna del rilassamento, dell’arte e dell’ambiente naturale.

Scegliere di soggiornare al Blue Dream Hotel, provando la cultura enogastronomica del ristorante dell’hotel potrà essere indubbiamente la scelta ottimale se si desidera vivere un soggiorno veramente unico, tra ottima cucina, tanto relax e località meravigliosi da scoprire .

Il ristorante si trova infatti in prossimità di alcune delle più ammalianti cittadina della terra veneta, quali Padova, Venezia e Abano Terme.

Padova dista solamente 20 attimi, è una delle più soprendenti città d’Italia e offre l’opportunità di visitare edifici di ampio incanto : Chiesa di San Nicolò e Loggia Amulea .

Venezia dista circa 1 ora di macchina, è senza dubbio una delle città più ammalianti e romantiche del nostro borgo, offre monumenti di eccezionale meraviglia : Chiesa di Santa Maria dei Miracoli e Palazzo Grassi .

Abano Terme si flagyl online trova a soli 13 km di distanza, qui si avrà la possibilità di ammirare le note terme ma anche costruzioni e costruzioni innegabilmente interessanti : Stabilimento Termale Mengolli e Duomo.generic cialis


Feb 27 2013

Vacanza in agriturismo a Verona per scoprire la città

Classified in: Venetoadmin at 4:16 pm

Non molto tempo fa sono stato a Verona, che tutti conoscono come la città degli innamorati, ma della quale ho potuto apprezzare anche alcuni lati non troppo nascosti, come le sue splendide opere architettoniche, tra le quali l’Arena che svetta su tutte, ma anche i piatti tipici dal gusto forte, con l’accompagnamento di uno dei di vini della zona, una vera e propria vacanza culturale dal lato enogastronomico unico.

Infatti per una volta ho voluto fare qualcosa di diverso dal solito, e seguendo il mio istinto ho prenotato un fine settimana presso l’agriturismo cadelferro a Verona, situato a pochi chilometri dalla città. Una volta arrivato la prima cosa che mi è saltata agli occhi è stata la splendida quiete che circonda le campagne veronesi, ed ho subito pensato che finalmente avrei potuto riposare lontano dal classico caos cittadino.

Però una volta preso possesso della mia camera ho voluto subito dirigermi verso la città, perché ero curioso di vedere finalmente l’Arena di Verona, che mi ha sempre affascinato fin da piccolo, ed anche per fare una prima breve escursione per il centro storico. Una volta arrivato davanti all’arena non si può non rimanere colpiti dalla sua maestosità, ed una volta entrati le emozioni aumentano, con le grandi gradinate che formano dei centri concentrici a farla da padrone in uno dei più antichi anfiteatri romani del nostro paese.

Risalendo per le vie del centro storico mi sono reso conto di quanto sia viva la città di Verona, sempre piena di turisti che bazzicano le vie fino a notte inoltrata, con  grandi palazzi dall’architettura in stile medievale che le sovrastano, e le grandi piazze che si presentano in tutta la loro bellezza appena ne varchi la soglia. Per non parlare della Casa di Giulietta, un vecchio edificio del XIII secolo, ristrutturato ed adibito come museo, al cui interno si trovano abiti e mobilio dell’epoca in cui è ambientata la storia d’amore più tragica mai conosciuta.

Una volta rientrato nella camera dell’agriturismo veronese ed essermi cambiato, mi sono diretto verso la zona della cena, dove ho potuto gustare alcuni piatti tipici della zona, la maggior parte a base di carne di cacciagione, nonché alcune tipologie di polenta, il piatto per eccellenza dei contadini della Pianura Padana, il tutto bagnato da un ottimo vino della Valpolicella, una vera esperienza enogastronomica unica nel suo genere, con il vino che si sposava in maniera perfetta con i vari piatti presentati.

Dopo una notte passata a dormire come un ghiro, mi sono svegliato presto e ho ripreso il mio tour della città, stavolta partendo dalla visione del Ponte Scaligero, che rende l’ingresso di Verona molto simile a quello di una fortezza medievale, passando per le varie chiese dall’aspetto gotico, e godendomi la vitalità delle piazze in orario diurno, senza farmi mancare una capatina nella via dello shopping veronese.

La giornata è volata via veloce, e così la mia vacanza è finita prima ancora che me ne accorgessi, però devo dire che mi ha lasciato una grande emozione dentro. Ho passato un weekend cialis rx stupendo, un mix tra l’aspetto rurale di un tipico agriturismo veronese e l’aspetto culturale di una città tra le più antiche del nostro paese, che fonde perfettamente il suo aspetto medievale online pharmacy con il suo aspetto moderno, una vera città a misura di turista.100 dollar payday loan

Tags:

Jul 07 2011

STABILIRSI A VENZIA? UN INVESTIMENTO SICURO…

Classified in: Venetomarcotopdir at 11:45 am

Se si dovessero elencare i motivi per i quali comprare casa a Venezia è un investimento dal quale non si può che trarre guadagno, si finirebbe per scrivere un libro. Sono innumerevoli infatti le buone ragioni per fare il passo e stabilirsi in questa impareggiabile città. Chi non ha mai sognato di svegliarsi la mattina senza il traffico delle auto sotto casa, senza il suono di clacson impazziti… talmente abituati alla vita metropolitana forse non abbiamo nemmeno mai osato sognare un’isola che non c’è come questa. Spesso probabilmente allontanarsi dal centro viagra on line città può favorire una diminuzione del rumore e dello stress che ne deriva, ma a quale prezzo? Si perdono le comodità di avere a un tiro di schioppo il luogo di lavoro, il supermercato, la scuola per i figli. A Venezia non è così. Venezia è l’unica città dove pace e comodità possono tranquillamente coesistere. È per questo che l‘affitto appartamenti a Venezia, così come l’acquisto di un immobile, qui equivale a una scommessa già vinta in partenza. Con l’attenzione che il comune sta recentemente ponendo riguardo l’aumento del numero di appartamenti e case destinate a nuovi acquirenti la gamma di scelte si estende ancor di più. Il momento sembra davvero essere propizio per mettersi alla ricerca di case in vendita a Venezia, per lo meno per dare un’occhiata, per chiedere un’opinione a un esperto. Chi è riuscito a risparmiare un buon gruzzoletto potrà investirlo con intelligenza in una casa in quel di Venezia. La scelta va dai luoghi più centrali e ambiti della città, splendidi per il panorama e le attrazioni artistiche, alle zone più periferiche ma non per questo prive di un fascino tutto da scoprire. Non dimentichiamo infine che Venezia è patrimonio dell’umanità tutelato dall’Unesco: se ce ne volessero altre, questa è

un’ottima garanzia per scoprire l’inimitabile città sull’acqua.

 

 


Feb 26 2011

LA POLITICA DEL RILANCIO URBANO A VENEZIA

Classified in: Venetomarcotopdir at 12:02 pm

Il 7 febbraio del nuovo anno sono stati presentati, nell’incontro pubblico alla Ca’ Farsetti, i dati del “vivere a Venezia”. Dalle analisi risulta una flessione nel numero degli abitanti della città: negli ultimi cinque anni dunque, la popolazione di Venezia è diminuita. Ne è conseguito un calo anche dei servizi, ma il comune auspica che con il Piano degli interventi, la sezione più importante del PAT (Piano di Assetto Territoriale), che verrà presentato a breve, si possa cominciare ad usufruire degli investimenti che Venezia ha richiesto nel recente passato. Grazie a questa misura si registrerebbero miglioramenti nella rete commerciale, dei servizi e soprattutto della residenzialità. Oltre a ciò, la legge regionale sul turismo dovrebbe contribuire a rilanciare una città che storicamente il mondo intero ci invidia. Sono circa un migliaio gli appartamenti per uso turistico che dieci anni fa erano di privati, un numero che va a sommarsi a quello degli appartamenti già nati per l’esigenza. Le opportunità di affitto case a Venezia permette perciò una vasta gamma di scelte, che vanno dalla zona della laguna a quella della terraferma. Sembra che, con questo passaggio, a rimetterci sia stata una politica della residenza. Non è del tutto così però: nella parte insulare di Venezia sono state individuate zone in cui si potrà procedere con un incremento del numero delle case. Verranno costruiti numerosi viagra without a prescription canada immobili destinati in particolare alla vendita e il settore dovrebbe sortire un rilancio. Infine, a tutt’oggi restano sfitti più di 140 alloggi che, assicurano dal Comune, verranno al più presto recuperati e messi a disposizione dei cittadini. Ecco come si sta muovendo l’amministrazione di una delle città più belle d’Italia, per sostenere il settore dell’immobile e fare dell’affitto e della vendita appartamenti a Venezia un nucleo centrale del suo progetto per il rilancio urbano.


Feb 24 2011

IL SOGNO DI ACQUISTARE CASA A VENEZIA

Classified in: Venetomarcotopdir at 6:33 pm
Tra le più belle città turistiche europee non si può non menzionare Venezia. La cittadina lagunare presenta caratteristiche davvero uniche e irripetibili nell’ambito delle attrattive e della tradizione. Moltissimi italiani ambirebbero a visitarla almeno una volta l’anno, magari per il carnevale, e altrettanti vorrebbero esserci nati o andarci a vivere. Ed è proprio in quest’ottica che si sta muovendo

il comune, per incrementare l’affitto e la vendita case a Venezia, in questa realtà unica e fuori dal tempo. Le offerte sono di vario genere, in grado di soddisfare i palati più raffinati e quelli invece con meno pretese. Si possono acquistare case e appartamenti di lusso, situati nella zona storica di Venezia, in palazzi antichi e solidissimi, autentici baluardi della storia italiana. Dalle loro finestre si gode un panorama mozzafiato, tanto da sentirsi lontani dal mondo viagra pharmacy fino ad allora conosciuto. Si diventa parte di una dimensione parallela, a metà tra il sogno e l’effettiva realtà. Coloro che decidessero di investire una cospicua somma del loro denaro per comprare una casa di lusso a Venezia sarebbero ricompensati dall’estremo piacere di cui godrebbero andandovi ad abitare. Scommettere una grossa cifra per un appartamento o una casa indipendente in un luogo come Venezia non è un azzardo. Le meraviglie della città ricompenseranno qualsiasi sforzo, e non smetteranno mai di regalare emozione. D’altronde, per chi non può concedersi il lusso di comprare casa in un palazzo antico e lussuoso, esistono altre soluzioni più che dignitose e soddisfacenti, come la possibilità di ripiegare verso soluzioni di affitto appartamenti a Venezia. Numerosi appartamenti stanno per essere costruiti e comunque sono già presenti e acquistabili (o affittabili). Il sogno può essere realizzato, Venezia può anche non restare soltanto un miraggio o una meta turistica.


Sep 02 2010

Verona da vivere, gustare, amare

Classified in: Venetoadmin at 5:08 pm

i enjoyed this product very much, but it can be a little too sweet but very tangy and tasty! Viagra order online. You should be able to talk with a human being, including a licensed pharmacist, to answer questions about your prescription.

L’arte, la natura, gli eventi, l’enogastronomia: tutto questo e molto altro ancora, è Verona. Per un solo week-end o una settimana: in ogni caso, per vivere da soli o in compagnia un’indimenticabile emozione.

Quando si arriva a Verona in una limpida giornata di primavera, si ha l’impressione che individuo e territorio vivano in completa armonia da tempo immemore e che ogni cosa abbia un valore inestimabile. Questa città, frequentata, ogni anno da centinaia di migliaia di turisti, declina la sua natura in molteplici modi, attraverso l’arte, la natura, gli eventi. Non a caso, l’UNESCO l’ha dichiarata patrimonio dell’umanità, non solo per l’architettura del passato, ma anche per la struttura urbana, sinonimo di uno sviluppo sostenibile tra passato e futuro.

Simbolo incontrastato di Verona è l’Arena, il terzo anfiteatro più grande d’Italia. Situata nel centro storico, la struttura colpisce per la sua magnificenza e l’ottima conservazione: oltre a costituire un pregevole esempio di progettazione romana databile intorno al II o III secolo d.C. (esistono fonti discordanti sulla data di inaugurazione), l’anfiteatro è fulcro di un’intensa attività culturale: ogni anno sul suo palcoscenico, durante la stagione lirica e teatrale, si susseguono numerosi artisti di fama e prestigio internazionale, oltre che numerosi cantanti del panorama della musica leggera italiana e mondiale.

Presso la casa di Giulietta, invece, si danno appuntamento tutti coloro che riconoscono Verona come la città degli innamorati: chi lascia sulle pareti dell’edificio il proprio pensiero o il proprio nome, crede in un sentimento immutabile e vivo, proprio come quello della leggenda shakespeariana. In un rito scaramantico, toccando la statua della sfortunata fanciulla, si spera, non solo, di non patire le stesse pene d’amore, ma, con forza, si desidera di ritornare in questo piccolo angolo di paradiso.

Di tanta bellezza sembrano essersene accorti, nel corso dei secoli, tutti

gli abitanti di questa terra, tanto da far nascere l’esigenza di proteggerne e custodirne i suoi tesori. Verona è, infatti, una città fortificata: non solo le mura romane, ma anche quelle scaligere e la fortezza asburgica racchiudono tutto il complesso urbano, per ben nove chilometri e 100 ettari di terreno che ospita opere difensive.

Al di là del centro urbano si sviluppa la provincia, attraverso i suoi percorsi naturalistici ed eno-gastronomici. Per gli amanti della vita all’aria aperta, il binomio “agriturismo Verona” può voler dire trascorrere una giornata nei rinomati vigneti per la produzione della Volpicella DOC, o tra gli uliveti dell’olio extra-vergine di oliva di Mezzane.

Non mancano, inoltre, le occasioni di sport e relax per chi ama l’attività fisica e quel pizzico di avventura: sulle rive del lago di Garda è possibile praticare qualsiasi disciplina acquatica (tra cui anche il wind-surf. Per i più giovani, ma soprattutto anche per le famiglie, è d’obbligo, infine una sosta a Gardaland, il parco giochi più grande d’Italia.

Tags:

Aug 31 2009

Weekend a Verona da vivere, gustare, amare

Classified in: Venetoadmin at 9:50 am

Verona è una città, frequentata ogni anno, da centinaia di migliaia di turisti. Trascorrere un weekend a Verona significa essere immersi nella sua natura, arte, nei suoi imperdibili eventi. L’UNESCO ha dichiarato quest’angolo di paradiso patrimonio dell’umanità: il suo simbolo incontrastato è l’Arena, il terzo anfiteatro più grande d’Italia. La struttura, databile intorno al II o III secolo d.C., è il centro di un’intensa attività culturale.

Have recommended these to many friends over the past 2 years. Generic viagra rx! High quality of the medications we offer is the subject of our primary concern.

L’appuntamento per gli innamorati, invece, è presso la casa di Giulietta. Toccando la statua della sfortunata ragazza e lasciando una firma o dedica sulle mura del cortile, si spera che l’amore eterno e immutabile tocchi anche i nostri cuori.

Ma Verona è anche provincia, con i suoi percorsi naturalistici ed eno-gastronomici. Per gli amanti della vita all’aria aperta, è d’obbligo una giornata nei rinomati vigneti per la produzione della Volpicella DOC.

Infine, per chi

ama l’attività fisica e quel pizzico di avventura, sulle rive del lago di Garda, è possibile praticare qualsiasi sport (tra cui anche il wind-surf).

www.agriturismosanmattia.it

Tags:

Jul 10 2009

Venezia Jazz festival

Classified in: Venetoadmin at 11:22 am

Al via, il prossimo 27 luglio, la seconda edizione del Venezia Jazz festival che terminerà il 2 Agosto.
Il programma si preannuncia ricco di appuntamenti

PROGRAMMA del VENEZIA JAZZ FESTIVAL – LUGLIO 2009

* 27 Luglio 2009 KOCANI ORKESTAR; Mestre, Piazza Ferretto
* 28 Luglio 2009 WYNTON MARSALIS e JAZZ AT LINCOLN CENTER ORCHESTRA; Venezia, Teatro La Fenice
* 29 Luglio 2009 what is better viagra or levitra CHARLES LLOYD 4TET; Venezia, Teatro La Fenice
* 30 Luglio 2009 KLEZROYM; Mestre, Piazza Ferretto
* 30 Luglio 2009 TRIO MADEIRA; Collezione Peggy Guggenheim
* 31 Luglio 2009 PAOLO CONTE e L’ ORCHESTRA SINFONICA DI VENEZIA con elementi del Teatro La Fenice di Venezia; orchestra diretta di Bruno Fontaine; Venezia, Piazza San Marco.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI:
Associazione Culturale VENETO JAZZ
Tel. 0423 452069
Sito Internet: www.venetojazz.com

Per i turisti incerca di appartamenti vacanze si segnala il portale www.itineralis.comlasix for weight loss


Dec 14 2008

Piccole Dolomiti Vicentine – Paesaggi alpini

Classified in: Venetochiarastorti at 11:13 am

Le Piccole Dolomiti, conosciute anche come Piccole Dolomiti Vicentine, sono una catena montuosa appartenente al gruppo delle Prealpi Vicentine, che si staglia tra l’altopiano dei Monti Lessini e l’altopiano di Asiago, delimitate a est dal Pasubio, mediante il Pian delle Fugazze. Sono situate al confine fra le province di Vicenza, Trento e Verona.

Montagne imponenti ma non vertiginose, con zone verdeggianti e pianeggianti, offrono paesaggi stupendi, ma soprattutto la possibilità di praticare tutte quelle attività sportive tipiche dell’ambiente Dolomitico! Dagli sport di montagna, quali l’escursionismo di qualsiasi livello, il trekking, l’arrampicata, il free climbing, agli sport di tutti i giorni come il calcio, il calcetto, il pattinaggio su pista o su ghiaccio, la pallavolo e beach volley, il tennis… senza dimenticare il volo a vela, il parapendio, i parchi giochi per i più piccoli o le bocce, la mountain bike e il ciclismo in genere, le ciaspolade e lo sci in inverno!

Le Piccole Dolomiti percorrono una trentina di chilometri, svettando verso l’alto con Cima Carega a 2259 metri, maestose con la loro conformazione tipica dolomitica, caratterizzata da guglie, ripide gole e pareti scoscese.
Il loro nome deriva chiaramente dalle loro sorelle maggiori, le Dolomiti, a causa della dolomia che le costituisce e a cui si aggiunge l’aggettivo “piccole” per la loro altitudine inferiore. Il termine è stato coniato da Francesco Meneghello nel 1925 trattando le montagne della zona in un articolo comparso nella rivista edita dal CAI.
Molto belle paesaggisticamente, offrono scorci molto suggestivi e hanno la particolarità di poter essere facilmente raggiunte anche dall’escursionista non molto allenato, permettendo un approccio sportivo dedicato a tutti, dall’appassionato ed esperto arrampicatore in cerca di emozioni, alla famiglia in vacanza e in cerca di relax. Essendo i primi rilievi che si incontrano salendo dalla pianura veneta, nelle giornate più serene permettono meravigliosi panorami sui paesi sottostanti, sul mare Adriatico e addirittura agli Appennini.

Le Piccole Dolomiti sono montagne molto interessanti dal punto di vista alpinistico, offrendo pareti rocciose interessanti per gli scalatori come quelle sul Baffelan. Sono presenti vie in roccia di ogni difficoltà e grado; il sesto grado venne superato per la prima volta dall’alpinista recoarese Gino Soldà. Di particolare interesse alpinistico sono i vaj, stretti ed impervi solchi scavati dall’erosione dell’acqua e particolarmente suggestivi, trattandosi a volte di profonde incisioni con pareti rocciose verticali.

Le Piccole Dolomiti possono essere suddivise in tre sottogruppi dalle caratteristiche morfologiche ben definite e diverse fra loro:
La Catena delle Tre Croci tra Recoaro e l’alta Valle del Chiampo: fra la Sella del Campetto e il Passo delle Tre Croci (o della Lora)
Il Gruppo del Carega (2259 m), massima elevazione della zona: fra il Passo delle Tre Croci (o della Lora) e il passo di Campogrosso
Il Gruppo del Sengio Alto: fra il passo di Campogrosso e il Pian delle Fugazze con il noto torrione del Baffelan, l’icona di tutti gli alpinisti vicentini, ed il caratteristico monte Cornetto. E’ la cerniera tra Pasubio e Carega.

GALLERIA FOTOGRAFICA : La montagna, le Piccole Dolomiti Vicentine, le prealpi Venete PICCOLE DOLOMITI

levitra vs viagra

Piccole Dolomiti - Pasubio Piccole Dolomiti - Catena Tre Croci Piccole Dolomiti - Catena Tre Croci

Itinerari nelle Piccole Dolomiti di Recoaro Terme:

MONTE PASUBIO : Sentiero delle 52 Galleri
CIMA BAFFELAN : Via Soldà (ALPINISMO)
MONTE PASUBIO : Lungo i sentieri della Grande Guerra


I rifugi alpini nelle Piccole Dolomiti

Proprio sotto Cima carega, troviamo il rifugio M. Fraccaroli, uno dei molti classici e accoglienti rifugi alpini, non è raggiunto da alcuna strada, ma solo da sentieri, ma permette soste rilassanti e rigeneranti con i molti servizi e con l’ottimo minestrone!
Tra i vari rifugi troviamo:
Rifugio Toni Giuriolo (1457 m) presso il passo di Campogrosso
Rifugio Piccole Dolomiti (1135 m) presso la località Guardia
Rifugio Scalorbi (1767 m) presso il passo Pelagatta
Rifugio Mario Fraccaroli (2230) presso Cima Carega
Rifugio Cesare Battisti (1265 m) presso la località Gazza
Rifugio Bepi Bertagnoli (1250 m) presso la località Piatta
Rifugio Monte Falcone (1606 m) presso la Sella del Campetto


L’escursionismo e l’arrampicata nelle Piccole Dolomiti

Il Monte Pasubio e la Grande Guerra

L’escursionismo di qualsiasi livello e il trekking sono molto praticati, dal momento che le Piccole Dolomiti offrono una grande varietà di itinerari e di ogni tipo di difficoltà: ciò è dovuto al fatto che durante la Prima Guerra Mondiale furono fortificate dall’esercito italiano: questo fatto permise di ampliare la preesistente rete di sentieri che le solcano, ne è un esempio la Strada delle 52 Gallerie, opera straordinaria di ingegneria militare che conduce dalla Bocchetta Campiglia alle Porte del Pasubio.
Il Pasubio è invece il massiccio più conosciuto delle Piccole Dolomiti Vicentine, anche da chi non è del posto, perché, oltre alle caratteristiche alpinistiche comuni ai grandi monti, essendo stato teatro di cruenti scontri durante la Prima Guerra Mondiale, offre all’escursionista la possibilità di venire a contatto con la realtà di una guerra di trincea che ha lasciato segni indelebili sulla montagna, che ancora oggi si possono osservare.
Sono presenti numerose trincee, scavi e resti di baraccamenti. Il Dente Italiano è una delle zone più suggestive del Pasubioperché nel 1917, in quella che poi è stata chiamata la guerra di mine, fu fatto saltare con un enorme quantitativo di esplosivo dagli austriaci (propio mentre gli italiani stavano facendo la stessa cosa sotto il Dente Austriaco) e oggi si presenta come un enorme ammasso di detriti. Per quanto riguarda la guerra e non solo, uno degli itinerari più caratteristici è il Sentiero delle 52 Gallerie del Pasubio!


FOTO & IMMAGINI:
Itinerari nelle Piccole Dolomiti
Scorcio dal Baffelan sul Monte Cornetto Inverno nelle Piccole Dolomiti
(Foto di proprietà di Ferrari S e Storti CF – Autori Ferrari F e Storti CF)

Tags:

Dec 12 2008

Lo spettacolo delle foglie d'autunno

Classified in: Venetochiarastorti at 12:24 pm

Il foliage nella Conca di Smeraldo a Recoaro Terme

L’autunno è sempre stato considerato la stagione della malinconia. Sarà perchè viene subito dopo le vacanze e l’estate, sarà perchè (soprattutto) cadono le foglie. E, da sempre, questa caduta ha in sè qualcosa di triste. E’ lenta, aggraziata, inevitabile. C’è un’innegabile poesia nella caduta delle foglie. Eppure, proprio grazie a loro, questa stagione ci regala uno degli spettacoli più belli della natura. Questo assumere infinite sfumature di rosso, che paiono usciti dalla tavolozza di un fornitissimo pittore, come testimoniano foto e splendidi ritratti d’autunno, è uno spettacolo che ha perfino un nome, nato in Nordamerica, e che sta cominciando a diffondersi anche da noi: foliage.

Come i birdwatchers si nascondono tra gli alberi con binocolo e richiami, attendendo pazientemente cinciallegre, pettirossi, cicogne o gufi, così gli amanti del foliage aspettano l’autunno per ammirare lo spettacolo delle chiome degli alberi arrossate e per camminare tra querce e faggi su un tappeto di colori che paiono incendiare il bosco. Uno spettacolo che, come la fioritura, si ripete immancabile e puntuale ogni anno, e che davvero non ha nulla di malinconico.
Le foglie torneranno a primavera e lo spettacolo della natura sarà pronto a ricominciare.

Recoaro Terme - foglie in autunno

C’è una perfezione geometrica nelle venature di una foglia, una apparente simmetria che le rende ancora più affascinanti.

Proprio come i fiocchi di neve, non esistono due foglie uguali. Nemmeno nella loro caduta, lenta. aggraziata e inevitabile, sono mai uguali una all’altra…

Foglie d'autunno - foliage Foglie d'autunno - foliage

Ci sono foglie che cadono a terra, e coprono le radici dell’albero. Altre cadono più lontano, sulla roccia, sulla sabbia o sull’acqua.

Comunque vada, hanno esaurito il loro compito biologico e la prossima primavera saranno rimpiazzate. Ma per alcuni giorni continuano a regalarci la bellezza del loro ultimo colore.

Dalle gocce di rugiada agli insetti, c’è un intero mondo che vive sulle foglie degli alberi, tra i fili d’erba, sotto i cespugli.

Un microcorsmo invisibile a occhio nudo. La fotografia serve anche a questo: a cogliere un istante di infinito che la natura ci regala.

Rif. Qui Touring, ottobre 2008 (di Luca Bonora)

buy propecia in the uk


Sep 29 2008

3° Premio Internazionale Arte Laguna Sezione Scultura il – Treviso

Classified in: Venetoadmin at 11:15 am

3° Premio Internazionale Arte Laguna Sezione Scultura il

4 Ottobre alle ore 18.00
presso Fondazione Benetton Studi Ricerche
Spazi Bomben per la Cultura, Treviso

Cerimonia di premiazione e cocktail

RSVP Arte Laguna – info@artelaguna.it – Tel. 041 5937242

Fondazione Benetton Studi Ricerche
Via Cornarotta 7-9, 31100 Treviso
tel. 0422.5121 fax 0422.579483
www.fbsr.it fbsr@fbsr.itviagra cost

Tags:

Jun 30 2008

SALTA SULL’ ERBA 4

Classified in: Venetohotfarm at 2:48 pm

SALTA SULL’ERBA 4
TUTTI E TUTTO CONTRO L’INQUINAMENTO ACUSTICO

SABATO 05 LUGLIO 2008
via dei Priami 17
Marini di Cassola (Vi)

Ritorna la festa dei saltatori da giardino. Ritorna Salta sull’Erba edizione n° 4.

Promossa da Hotfarm Records, e collocata anche quest’anno nel giardino delle meraviglie, in mezzo alle stradine della provincia di Bassano, la festa sarà una one shot night carica di musica, cocktail e gente con il viso sorridente; 4 esibizioni live set di assoluto peso e di assoluto valore, 2 stage, molte novità e la sensazione di stare in un posto unico.

Quest’anno la fase di decollo è stata affidata a DJ ESH, impegnato sotto il sole arancione nell’apertura paciosa di Sunset Boulevard: dalle 18.00 aperitivi e groove a volontà per prepararsi al meglio.
Frutta fresca nei coktail e griglie roventi saranno pronte da subito per calmare
praticamente ogni (…) appettito.

Poi sarà la volta degli amplificatori e dei gruppi chiamati a manovrarli,

su micro e macro –stage: E.DRUNKS, +WOODOODICE+, VERTICAL, ALESSANDRO CARBONETTI

SALTA SULL' ERBA 4

Info:

www.saltasullerba.tk
info@saltasullerba.tk

Tags:

Jun 29 2008

Visitare Vicenza è come entrare in un teatro

l’architettura è scenografia e tu non sei solo visitatore, ma protagonista…

Le stupende opere Palladiane rappresentate da edifici, palazzi e ville, il coinvolgente e più ammirato teatro del mondo il Teatro Olimpico, la straordinaria testimonianza d’arte del Tiepolo, il suggestivo paesaggio collinare che cerchia e incorona la città, fanno di Vicenza una città unica, una città teatro. A conferma di questo Vicenza e le Ville di Andrea Palladio sono state inserite nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Vicenza è anche la città dell’Oro: rappresenta l’industria orafa più importante in Italia. La vicentitnità si coniuga con il saper apprezzare i sapori della tavola: la gastronomia, esaltata dai vini doc dei Colli Berici, è un fiore all’occhiello della città e di tutta la provincia. Tra i molti piatti tipici, uno su tutti il famosissimo baccalà alla vicentina.

vicenza teatro olimpico palladio

Tags:

Jun 28 2008

Bed and Breakfast La Raste – Vacanze e Soggiorni a Recoaro Terme (Vicenza – Veneto)

Classified in: B&B,Foto,In giro per...,Italia,Sport,Veneto,Viaggichiarastorti at 2:56 pm

La Raste propone una permanenza in formula Bed & Breakfast in tre camere accoglienti, curate nei particolari, sia per l’arredamento che per le finiture: bagno con docce idromassaggio e salottino privato, ingresso indipendente, set di biancheria completa da camera e da bagno, televisore, connessione ad internet e parcheggio privato, inclusi nel prezzo.
[PREZZI & OFFERTE ] [FAQ e DOMANDE : Bed and Breakfast]

La prima colazione, che può essere scelta a base di genuini prodotti locali, si può gustare nella sala comune oppure nei salottini privati, e nel periodo estivo sotto il porticato del giardino, all’aria aperta. Le camere sono state realizzate cercando di armonizzarle con i colori della natura locale, ed è per questo che prendono i nomi da alcune piante officinali, importanti per il nostro benessere.
[CAMERE CONFORTEVOLI ]

La piacevole permanenza è favorita da servizi essenziali per un totale benessere e relax personale, cui possono essere affiancati i servizi offerti nel vicino centro termale di Recoaro Terme.
[BENESSERE & RELAX NELLA CONCA DI SMERALDO] [FONTI TERMALI & CURE IDROPINICHE]

È a disposizione dei clienti un posto auto in proprietà privata o un comodo parcheggio pubblico, inoltre nel mese di agosto è disponibile un ampio parcheggio recintato.
[DOVE SIAMO : MAPPA STRADALE]

Nei vari periodi dell’anno ed in occasione delle numerose manifestazioni storico culturali e turistiche a Recoaro Terme e dintorni verranno fatte offerte uniche e last minutes.
[MANIFESTAZIONI & EVENTI] [LAST MINUTES | PRENOTAZIONI]

Le montagne imponenti ma non vertiginose e le zone verdeggianti e pianeggianti, permettono un approccio sportivo dedicato a tutti, dall’appassionato ed esperto arrampicatore in cerca di emozioni, alla famiglia in vacanza e in cerca di relax.
[SPORT ALL’ARIA APERTA] [SCI & SNOWBOARD] [PASSEGGIATE IN MONTAGNA]

La Raste vuole proporsi inoltre come importante segno verso una rivalutazione della qualità della vita e del benessere a contatto con la natura: una casa sana nel rispetto dell’ambiente. La struttura e gli interni sono realizzati secondo le norme della bioedilizia e dell’eco-architettura, unendo materiali naturali a moderni sistemi di risparmio energetico.
[TUTTO IL COMFORT NEL TOTALE RISPETTO DELLA NATURA]

Camera Biancospino Doccia idromassaggio - Camera Biancospino Bagno - Camera Biancospino Colazione - Camera Biancospino Colazione - Camera Biancospino Colazione sotto il portico - B&B La Raste

Foto di proprietà di Ferrari S e Storti CF – Autori Ferrari F e Storti CF

Tags:

May 29 2008

FRUITYPARTY

Classified in: Eventi,Venetoaaaa at 10:07 pm

FRUITYPARTY
MERCATO ORTOFRUTTICOLO @ BASSANO DEL GRAPPA 31/05 & 01/06

La citta di Bassano del Grappa
apre le porte ad una due giorni a base di rock e musica di autore senza precedenti.
L’associazione Cantieri Giovani, Epidemie Musicali, Hotfarm records
promuovono l’evento e ne curano l’aspetto qualitativo.
FRUIT PARTY mescola la voglia di estate Bassanese alla promozione
delle piu’ fiorenti realta artistiche della zona.
L’evento avra inizio nel Pomeriggio di sabato 31 maggio con laboratoriattivi promossi
dalle maggiori associazioni culturali no-profit attive nel territorio bassanese

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

in ordine di apparizione :
SABATO 31 MAGGIO

Mr.TRIONEL
LEGGINS
LOVE IN ELEVATOR

DOMENICA 01 GIUGNO

HIGH BALLS
E.DRUNKS
LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA

Tags:

Apr 30 2008

Città in fiaba Padova

Classified in: Eventi,Venetoaaaa at 10:20 am

Città in Fiaba 2008 – Festival delle fiabe e dei racconti fantastici è il bellissimo appuntamento culturale itinerante dedicato ai bambini e ragazzi di 0-14 anni che per tre mesi trasforma Padova e una ventina di comuni della Provincia in paesi magici.

Il successo dell’edizione 2007 (bacino di promozione di 324.809 abitanti, azione diretta su 34.097 famiglie, 6.000 cartoline pervenute al concorso “Schizzi, frizzi e versetti”, 30.000 presenze complessive stimate, 300 libri donati, 405 appuntamenti artistici, 6.280 minuti di
letture ad alta voce) ha convinto i promotori ad ampliare la struttura del festival, creando anche Città in fiaba al Chiar di Luna.

Città in fiaba 2008 inaugura il 13 aprile a Padova in Piazza Bardella (zona Stanga), viaggia di week-end in week-end attraverso una quindicina di comuni e ritorna a Padova il 7-8 giugno 2008 con l’Happy End, il gran finale in cui grandi e piccini potranno saggiare il meglio del meglio di Città in fiaba.
Dal 20 giugno il viaggio riprende con Città in fiaba al Chiar di Luna e approda in versione serale anche nelle piazze dei comuni new entry della Provincia di Padova sino a fine luglio.

Tante le novità e le iniziative della terza edizione di Città in fiaba:- la programmazione artistica si è arricchita di nuove proposte e della contaminazione con altri settori culturali: letteratura, cinema, poesia, arte & creatività, teatro per ragazzi, musica, scienza & svago;

– in partnership con le migliori piccole e medie case editrici per ragazzi italiane è stata ideata l’iniziativa “Editori in Mostra”, un ciclo di incontri per insegnanti e bibliotecari per conoscere le nuove proposte editoriali, cogliere i trend dell’editoria per ragazzi e riscoprire i grandi classici ed appuntamenti in piazza per i genitori con autori e illustratori attraverso cui promuovere la familiarizzazione con la lettura e con i più bei testi di letteratura per l’infanzia;

– si è riconfermata la forte valenza internazionale grazie alla collaborazione con enti e istituti di cultura cinese e la partnership con Film Victoria, Austrialia Victorian Government and SBS Australia che presentano in prima nazionale a Città in fiaba World Tales, una poetica rassegna di 20 meravigliosi cortometraggi di animazione dedicati ai ragazzi delle scuole secondarie;

– la nutrita sezione del Teatro Ragazzi vedrà il debutto in prima nazionale della nuova coproduzione di Città in fiaba “Turandot, la principessa cinese” curata da Glossa Teatro per la regia di Pino Costalunga;

– i due concorsi. Il concorso “Schizzi, frizzi e versetti – Le Cartoline di Città in Fiaba” in cui bambini di 2-10 anni sono invitati a disegnare un’immagine o scrivere una filastrocca dedicata alla tradizione fiabesca cinese e il concorso “Il Volo – sfida foto-letteraria per aspiranti lettori”.

IL CALENDARIO DEGLI APPUNTAMENTI 2008

Il festival “Città in Fiaba” verrà inaugurato domenica 13 aprile in piazza Bardella a Padova.

Seguiranno quattordici tappe in provincia:
19 aprile – Borgoricco
20 aprile – Piombino Dese
25 aprile – Fontaniva
26 aprile – Mestrino
27 aprile – Loreggia
1 maggio – Montagnana
3 maggio – Camposampiero
4 maggio – San Martino di Lupari
11 maggio – Cinto Euganeo
17 maggio – Rovolon
18 maggio – Battaglia Terme
24 e 25 maggio – Santa Giustina in Colle
31 maggio e 1 giugno – Carmignano di Brenta
2 giugno – Gazzo

Gran finale sabato 7 e domenica 8 giugno nuovamente in piazza Bardella (zona Stanga) a Padova.

“Città in fiaba al Chiaro di luna” debutterà la sera del 20 giugno a Saccolongo.

Seguiranno quattro tappe:
22 giugno – Solesino
5 luglio – Vigonza
12 luglio – Massanzago
19 luglio – Teolo

Maggiori informazioni: http://cittainfiaba.provincia.pd.it/portal/edizione_2008

Tags:

Mar 02 2008

Un nuovo anno con i RistoraNtori Padovani

Classified in: Venetoaaaa at 12:52 pm

Un nuovo anno con i RistoraNtori Padovani

L’Associazione RistoraNtori Padovani, composta da 14 i ristoranti di Padova e provincia, da più di vent’anni si adopera per riscoprire e valorizzare le ricette della cucina tradizionale padovana attraverso uno studio e una ricerca quotidiana sui migliori prodotti stagionali del territorio, alcuni dei quali posso fregiarsi dei marchi I.G.P., D.O.P. e D.O.C. tra cui: la Gallina Padovana, il Radicchio Variegato di Castelfranco, l’Asparago di Padova e i vini dei tre consorzi vinicoli per la tutela dei vini DOC locali.

Il filo rosso che lega i ristoranti dell’Associazione è la voglia di recuperare ingredienti, prodotti e piatti del nostro territorio, ma anche di creare, di sperimentare, di assaporare la magica alchimia di nuovi accostamenti, che rivitalizzano ed esaltano ricette e gusti del passato vicino e lontano.

Nell’arco dell’anno i RistoraNtori Padovani promuovono 4 rassegne enogastronomiche, in collaborazione con istituzioni ed enti locali. In primavera, il protagonista è l’asparago con le serate dell’`Asparago di Padova`, a ottobre l’appuntamento è con `Autunno a Tavola`, dedicato a funghi, tartufi, castagne, zucche e a tanti altri prodotti di qualità, quali ad esempio la carne d’oca proposta da alcuni ristoranti che organizzano la serata in concomitanza con i festeggiamenti di San Martino. Ritorna invece ogni ultimo giovedì di novembre il `Gran Bollito alla Padovana`, il tradizionale piatto è servito con tutti gli ingredienti di rito: il manzo, la gallina, il cotechino, la lingua salmistrata, a discrezione l’anitra, l’oca, la faraona. Il tutto accompagnato da verdure cotte, cren con l’aceto, salsa verde, mostarda e sale grosso.

Infine, la rassegna dell’inverno Radicchio & Radicchi, che quest’anno si svolge dal 1° febbraio al 6 marzo, propone ricette preparate con i rinomati radicchi veneti prodotti in territorio padovano: Radicchio Variegato di Castelfranco I.G.P., Radicchio Rosso di Treviso Precoce I.G.P., Radicchio Rosso di Treviso Tardivo I.G.P., Radicchio Rosso di Chioggia e Radicchio Rosso di Verona.

I primi appuntamenti della rassegna dedicata al radicchio per il mese di febbraio sono: all’Antica Trattoria dei Paccagnella di Padova il 1° febbraio, dove lo chef proporrà ai clienti piatti creati per l’occasione come Sella di coniglio con cipolla dolce e radicchio; l’8 febbraio è la volta del Ristorante Hostaria San Benedetto di Montagnana; il 22 l’appuntamento è a La Montanella di Arquà Petrarca, dove si proporranno ricette nuove come Gnocchetti di patate con radicchio variegato di Castelfranco e anguilla affumicata con burro e alloro; il ristorante Bastioni del Moro chiuderà il mese di febbraio, proponendo ai clienti il giorno 29 il delizioso Guazzetto di anatra al radicchio. A marzo, il 5 sarà la volta del ristorante Montegrande a Rovolon e il 6 a Padova dal ristorante Il Tinello.

Una delle novità di quest’anno, è la possibilità per clienti e non di ricevere via e-mail informazioni puntuali e aggiornate dall’Associazione su tutti gli eventi e le iniziative enogastronomiche. È infatti possibile iscriversi alla newsletter dei RistoraNtori Padovani compilando una semplice scheda presso qualsiasi ristorante. Inoltre, si consiglia di visitare il sito www.ristorantoripadovani.it

Per ulteriori informazioni: numero verde (orario ufficio) 800.51.00.52

Tutti gli appuntamenti con la prima rassegna enogastronomica del 2008 – Radicchio & Radicchi – dal 1° febbraio al 6 marzo

venerdì 1 febbraio
Antica Trattoria dei Paccagnella
via del Santo, 113 – Padova – Tel. +39 049 8750549

venerdì 8 febbraio
Ristorante Hostaria San Benedetto
via Andronalecca, 13 – Montagnana (PD) – Tel. +39 0429 800999

venerdì 22 febbraio
Ristorante La Montanella
via dei Carraresi, 9 – Arquà Petrarca (PD) – Tel. +39 0429 718200

venerdì 29 febbraio
Ristorante Bastioni del Moro
via Bronzetti, 18 – Padova – Tel. +39 049 8710006

mercoledì 5 marzo
Ristorante Montegrande
via S. Giorgio, 17 – Rovolon (PD) – Tel. +39 049 5226248

giovedì 6 marzo
Ristorante Il Tinello
via Ognissanti, 29 – Padova – Tel. +39 049 8071456

Info costi e prenotazioni presso ciascun ristorante.

Fanno parte dell’Associazione Ristorantori Padovani:
ANTICA TRATTORIA AL BOSCO (Saonara) – TRATTORIA AL BOSCO (Montegrotto Terme) – TRATTORIA AI PORTEGHI (Padova) – RISTORANTE BASTIONI DEL MORO (Padova) – RISTORANTE BION (Padova, Camin) – RISTORANTE BOCCADORO (Noventa Padovana) – ANTICA TRATTORIA DEI PACCAGNELLA (Padova) – TRATTORIA DOTTO DI CAMPAGNA (Padova, Ponte di Brenta) – RISTORANTE IL TINELLO (Padova) – RISTORANTE LA MONTANELLA (Arquà Petrarca) – RISTORANTE ENOTECA LA SACCISICA (Piove di Sacco) – RISTORANTE MONTEGRANDE (Rovolon) – RISTORANTE PIROGA PADOVA (Tencarola di Selvazzano) – RISTORANTE HOSTARIA SAN BENEDETTO (Montagnana).

Per Informazioni: www.ristorantoripadovani.it

Tags: