Jan 12 2014

Capri, la perla del Golfo di Napoli

Category: Viaggimarcotopdir @ 2:39 pm

La Campania è tra le regioni italiane più belle in assoluto, non fosse altro che per un mix perfetto di cultura, paesaggi, mare, enogastronomia e storia. Tra le perle del Golfo di Napoli, brilla sicuramente l’isola di Capri: meta del jet set internazionale da tantissimi anni, che si riversa sull’isola per vivere serate all’insegna del glamour. Ma Capri è pronta ad accogliere anche i turisti più comuni, coloro che vogliono vivere solo una giornata su questa bellissima isola, e godersi il mare o le passeggiate tra i suggestivi vicoli. L’unico mezzo di trasporto per arrivarci sono i traghetti Napoli Capri, che fanno la spola dal porto del capoluogo campano, fino all’isola, che è raggiungibile in pochissimo tempo, grazie alla distanza esigua. I traghetti Capri, sono senza dubbio il modo più comodo, veloce, ed economico per raggiunge questo piccolo paradiso sospeso nel blu del mare campano. Una volta giunti a Capri la prima cosa che colpisce i turisti è senza dubbio il mare che presenta colori fantastici, e la vegetazione lussureggiante; oltre alle tantissime cose da vedere e i percorsi da fare. Una delle attrazioni principali, è senza dubbio la grotta azzurra, che ogni giorno calamita l’attenzione di migliaia di turisti. Situata in corrispondenza della famosa villa imperiale di Damecuta, che vigila dall’alto questa feritoia nella roccia, che si apre poi con una bocca che consente l’ingresso al suo interno di piccole imbarcazioni a remi che trasportano i turisti.. Ci sono diversi barcaioli, ovviamente tutti autorizzati, che guidano queste barca all’interno della grotta, trainandole con una catena che è murata all’ingresso della grotta stessa. Una volta entrati nel suo interno si capisce subito perchè è stata chiamata “grotta azzurra”. Il Duomo Azzurro, come è chiamato da queste parti, regala delle emozioni uniche, con un blu cobalto che quasi arriva ad acceccare i turisti che sono all’interno della grotta. Uno spettacolo indimenticabile che rimarrà impresso nella memoria di tutti coloro che parteciperanno a questa splendida escursione. Capri però non è solo la grotta azzurra, ma tantissime altre attrattive interessanti e allo stesso modo belle da vedere. Per esempio, l’Arco Naturale, che rappresenta la parte rimanente di un’altra grande grotta, e che il mare ha praticamente cambiato conformazione, scavando nella roccia. Di straordinaria bellezza anche le diverse ville presenti sull’isola, come per esempio la splendida Villa Jovis, già citata da Tacito negli Annali, dove l’imperatore Tiberio soggiornò diverso tempo, seguendo le sorti del suo impero; oppure Villa San Michele, costruita dallo scrittore svedese Axel Munthe sui ruderi di un’antica villa romana. Da non dimenticare, poi, la Casa Rossa ad Anacapri, che ospita un museo che conserva al suo interno statue di epoca romana, oltre a tantissime immagini e tele che rappresentano la vita caprese. I Giardini di Augusto, situati a pochissimi passi dalla storica “Piazzetta” di Capri, altro simbolo dell’isola dove si ritrovano turisti e gente famosa per sorseggiare un caffè, oppure prendere un aperitivo; regalano una passeggiata tra la natura di questa splendida isola e assaporare i colori, gli odori di questa vegetazione florida e straordinaria. Chiudiamo rigorosamente la carrellata delle bellezze di Capri, con i Faraglioni, due scogli presenti nelle acqua di Capri, e che da sempre rappresentano un pò uno dei simboli dell’isola. Le foto dei turisti si sprecano, e da diverse angolazioni della splendida isola si possono ammirare e fotografare questi due blocchi che si stagliano in questo mare azzurro, e che rappresentano il biglietto da visita dell’isola di Capri in tutto il mondo.

Related Posts:

  • No Related Posts

Leave a Reply