Jan 12 2014

L’Eolie, la Sicilia che ti sorprende

Category: Viaggimarcotopdir @ 2:38 pm

L’arcipelago delle Eolie è un complesso di sette isole di origine vulcanica, che prende il nome dal dio del vento Eolo. Le sette isole che compongono una sorta di Y, guardandole dall’alto sono: Stromboli, Panarea, Salina, Lipari, Vulcano, Filicudi, Alicudi; con l’isola di Vulcano che rappresenta l’estremità più bassa della Y, con Stromboli e Alicudi a fare da punte ad est e ovest dell’arcipelago. Come detto in precedenza, queste isole sono dei vulcani ancora attivi, dal fascino incredibile, e che consentono tra le tante attività, anche quella di visitare i vari crateri ancora in attività. Sicuramente tra le sette perle del mediterraneo, come vengono chiamate le isole che formano l’arcipelago delle Eolie, Vulcano è quella che più racchiude l’essenza in assoluto, non fosse altro che per il nome che porta. Un vulcano ancora in attività, che spesso regala delle colate di lava che, attraverso la famosa sciara di fuoco, arrivano direttamente a mare, per regalare ai turisti un’esperienza unica nel suo genere. Per raggiungere questo splendido arcipelago ci sono i traghetti Eolie, che consentono a tutti i turisti di poter arrivare in questo paradiso, e godersi una vacanza unica nel suo genere. I traghetti Messina Isole Eolie, fanno da spola quotidianamente per il trasporto di persone, ma anche di generi di prima necessità; così da poter sopperire al fabbisogno quotidiano degli isolani e dei loro ospiti. Tra le isole dell’arcipelago delle Eolie, la più piccola è Panarea. Questa isola, malgrado le sue dimensioni ridotte, è però quella più frequentata in assoluto, soprattutto dai giovani, per la vita notturna che offre e i tantissimi locali e feste che ogni giorno si organizzano sulle barche all’ora dell’aperitivo, oppure al tramonto sulla spiaggia per ballare fino all’alba. Lipari, invece, è l’isola più grande dell’arcipelago e viene soprannominata anche la montagna bianca, vista che è costituita principalmente da pomice. Salina, è salita alla ribalta della cronaca diventando famosa perchè il compianto Massimo Troisi l’ha scelta per girarci il film Il Postino. Lo scenario è unico, e tantissimi turisti la scelgono, per poter visitare i luoghi dei ciak, oltre che per alcuni prodotti tipici come per esempio i famosi capperi e l’ottimo vino Malvasia. Stromboli è anche detta l’isola nera. Da lontano appare questo enorme agglomerato di colore nero che alla sua sommità presenta un pennacchio che, al tramontar del sole, consente di vedere la fiamma del vulcano. Uno spettacolo unico nel suo genere, così come camminare sulle sue spiagge che sono completamente nere, visto che sono costituite esclusivamente da frammenti di lava raffreddata, diventati tanti piccoli ciottoli neri. Alicudi e Filucidi sono molto simili come isole, ancora incontaminate e un pò selvagge, meta ideale per coloro che vogliono vivere il mare e la natura, e non amano abbandonarsi alla vita mondana.

Related Posts:

  • No Related Posts

Leave a Reply